Proseguono le indagini sul tragico episodio di Lorenzo Toma
Proseguono le indagini sul tragico episodio di Lorenzo Toma

LECCE. 10 AGO. Proseguono le indagini sul tragico episodio di Lorenzo Toma, il giovane morto fuori dalla discoteca discoteca Guendalina di Santa Cesarea Terme.

In particolare si stanno guardando i video girati da alcuni giovani con i telefonini alla ricerca di una bottiglia di plastica che sarebbe stata passata a Lorenzo. Il giovane subito dopo avrebbe avuto la crisi, accasciandosi al suolo e morendo dopo un’ora.

L’obiettivo principale dell’indagine è capire se il malore sia stato causato dal freddo della bibita, da qualche sostanza che si trovava all’interno della bottiglia, quale ecstasy liquido o dal mix con qualcosa che era stato precedentemente assunto.

Un primo passo importante verrà eseguito oggi con l’autopsia e con gli esami tossicologici per verificare da cosa sia stata generata la “morte per arresto cardiocircolatorio”.

Proprio il giorno del decesso erano stati arrestati due pusher di Bari e di Brindisi sorpresi mentre spacciavano cocaina ed ecstasy tra gli avventori del Guendalina.

Oggi c’è stata una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata dal prefetto Claudio Palomba, per le eventuali misure da prendere e i provvedimenti restrittivi nei confronti del locale, decisione che verrà presa mercoledì.

Lascia un commento